Padrinati 

Cambiare delle vite e creare opportunità per il futuro grazie al ripetuto impegno

Con un padrinato sostiene in modo mirato e duraturo le persone in difficoltà. Dona per donne, uomini e bambini che hanno bisogno del suo aiuto. 

Con un solo franco al giorno per un padrinato o 10 franchi al mese per una Stella Caritas dona nuova speranza e fiducia. 

Bambini a scuola: Dopo i gravi combattimenti nella Ghouta orientale, il bambino siriano Salim, 9 anni, e i suoi amici possono tornare a frequentare la scuola in un luogo caldo e sicuro.
Bambini a scuola: Dopo i gravi combattimenti nella Ghouta orientale, il bambino siriano Salim, 9 anni, e i suoi amici possono tornare a frequentare la scuola in un luogo caldo e sicuro. © Hasan Belal
1 / 6
Bambini di strada: Shanny, 14 anni, della Bolivia trova il modo di lasciare il mondo della droga e la vita di strada per tornare a scuola e studiare per un futuro migliore.
Bambini di strada: Shanny, 14 anni, della Bolivia trova il modo di lasciare il mondo della droga e la vita di strada per tornare a scuola e studiare per un futuro migliore. © Jules Tusseau
2 / 6
Forza d’animo ai bambini: Sao Bat, 9 anni, gioca e studia ogni mattina presso il centro a Poipet (Cambogia) affinché possa essere integrato nella scuola pubblica.
Forza d’animo ai bambini: Sao Bat, 9 anni, gioca e studia ogni mattina presso il centro a Poipet (Cambogia) affinché possa essere integrato nella scuola pubblica. © Christopher Cusick
3 / 6
Acqua per tutti: Merdiya, 16 anni, e i suoi compagni imparano le pratiche igieniche attraverso un approccio ludico e migliorano così il loro stato di salute.
Acqua per tutti: Merdiya, 16 anni, e i suoi compagni imparano le pratiche igieniche attraverso un approccio ludico e migliorano così il loro stato di salute. © Sabine Schild
4 / 6
Un mondo senza fame: grazie a metodi di coltivazione adeguati e a possibilità di immagazzinaggio comuni Rosalie Ounyaï, 28 anni, del Ciad riesce ad aumentare il proprio reddito. Può così mandare a scuola i suoi figli.
Un mondo senza fame: grazie a metodi di coltivazione adeguati e a possibilità di immagazzinaggio comuni Rosalie Ounyaï, 28 anni, del Ciad riesce ad aumentare il proprio reddito. Può così mandare a scuola i suoi figli. © Alexandra Wey
5 / 6
Soccorritori in caso di catastrofe: nella città ucraina di Bucha un bambino riceve generi alimentari da Caritas.
Soccorritori in caso di catastrofe: nella città ucraina di Bucha un bambino riceve generi alimentari da Caritas. © Caritas Spes Ukraine
6 / 6
Bambini a scuola: Dopo i gravi combattimenti nella Ghouta orientale, il bambino siriano Salim, 9 anni, e i suoi amici possono tornare a frequentare la scuola in un luogo caldo e sicuro.
Bambini a scuola: Dopo i gravi combattimenti nella Ghouta orientale, il bambino siriano Salim, 9 anni, e i suoi amici possono tornare a frequentare la scuola in un luogo caldo e sicuro. © Hasan Belal
1 / 6
Bambini di strada: Shanny, 14 anni, della Bolivia trova il modo di lasciare il mondo della droga e la vita di strada per tornare a scuola e studiare per un futuro migliore.
Bambini di strada: Shanny, 14 anni, della Bolivia trova il modo di lasciare il mondo della droga e la vita di strada per tornare a scuola e studiare per un futuro migliore. © Jules Tusseau
2 / 6
Forza d’animo ai bambini: Sao Bat, 9 anni, gioca e studia ogni mattina presso il centro a Poipet (Cambogia) affinché possa essere integrato nella scuola pubblica.
Forza d’animo ai bambini: Sao Bat, 9 anni, gioca e studia ogni mattina presso il centro a Poipet (Cambogia) affinché possa essere integrato nella scuola pubblica. © Christopher Cusick
3 / 6
Acqua per tutti: Merdiya, 16 anni, e i suoi compagni imparano le pratiche igieniche attraverso un approccio ludico e migliorano così il loro stato di salute.
Acqua per tutti: Merdiya, 16 anni, e i suoi compagni imparano le pratiche igieniche attraverso un approccio ludico e migliorano così il loro stato di salute. © Sabine Schild
4 / 6
Un mondo senza fame: grazie a metodi di coltivazione adeguati e a possibilità di immagazzinaggio comuni Rosalie Ounyaï, 28 anni, del Ciad riesce ad aumentare il proprio reddito. Può così mandare a scuola i suoi figli.
Un mondo senza fame: grazie a metodi di coltivazione adeguati e a possibilità di immagazzinaggio comuni Rosalie Ounyaï, 28 anni, del Ciad riesce ad aumentare il proprio reddito. Può così mandare a scuola i suoi figli. © Alexandra Wey
5 / 6
Soccorritori in caso di catastrofe: nella città ucraina di Bucha un bambino riceve generi alimentari da Caritas.
Soccorritori in caso di catastrofe: nella città ucraina di Bucha un bambino riceve generi alimentari da Caritas. © Caritas Spes Ukraine
6 / 6
Bambini a scuola: Dopo i gravi combattimenti nella Ghouta orientale, il bambino siriano Salim, 9 anni, e i suoi amici possono tornare a frequentare la scuola in un luogo caldo e sicuro.
Bambini a scuola: Dopo i gravi combattimenti nella Ghouta orientale, il bambino siriano Salim, 9 anni, e i suoi amici possono tornare a frequentare la scuola in un luogo caldo e sicuro. © Hasan Belal
1 / 6
Bambini di strada: Shanny, 14 anni, della Bolivia trova il modo di lasciare il mondo della droga e la vita di strada per tornare a scuola e studiare per un futuro migliore.
Bambini di strada: Shanny, 14 anni, della Bolivia trova il modo di lasciare il mondo della droga e la vita di strada per tornare a scuola e studiare per un futuro migliore. © Jules Tusseau
2 / 6
Forza d’animo ai bambini: Sao Bat, 9 anni, gioca e studia ogni mattina presso il centro a Poipet (Cambogia) affinché possa essere integrato nella scuola pubblica.
Forza d’animo ai bambini: Sao Bat, 9 anni, gioca e studia ogni mattina presso il centro a Poipet (Cambogia) affinché possa essere integrato nella scuola pubblica. © Christopher Cusick
3 / 6
Acqua per tutti: Merdiya, 16 anni, e i suoi compagni imparano le pratiche igieniche attraverso un approccio ludico e migliorano così il loro stato di salute.
Acqua per tutti: Merdiya, 16 anni, e i suoi compagni imparano le pratiche igieniche attraverso un approccio ludico e migliorano così il loro stato di salute. © Sabine Schild
4 / 6
Un mondo senza fame: grazie a metodi di coltivazione adeguati e a possibilità di immagazzinaggio comuni Rosalie Ounyaï, 28 anni, del Ciad riesce ad aumentare il proprio reddito. Può così mandare a scuola i suoi figli.
Un mondo senza fame: grazie a metodi di coltivazione adeguati e a possibilità di immagazzinaggio comuni Rosalie Ounyaï, 28 anni, del Ciad riesce ad aumentare il proprio reddito. Può così mandare a scuola i suoi figli. © Alexandra Wey
5 / 6
Soccorritori in caso di catastrofe: nella città ucraina di Bucha un bambino riceve generi alimentari da Caritas.
Soccorritori in caso di catastrofe: nella città ucraina di Bucha un bambino riceve generi alimentari da Caritas. © Caritas Spes Ukraine
6 / 6

I suoi vantaggi in veste di madrina o padrino 

  • È vicina o vicino ai progetti. 
  • Può donare in modo mirato per una tematica che le sta particolarmente a cuore. 
  • Riceve ogni anno un rapporto o una rivista in cui le illustriamo come sono state impiegate le donazioni. 
  • Prova la piacevole sensazione che la sua donazione regolare garantisce una certa continuità per il progetto. 

Padrinati per bambini

Clicchi sul padrinato che preferisce:

Sponsorizzazioni mirate

Clicchi sul padrinato che preferisce: 

Stella Caritas 

Milioni di famiglie innocenti in Svizzera e nel mondo soffrono le conseguenze della povertà. La fame, i conflitti bellici, le calamità naturali e il mancato rispetto dei diritti umani fondamentali minacciano l’esistenza di donne, uomini e bambini. Ogni famiglia dovrebbe poter condurre una vita dignitosa e sicura. 

In qualità di Stella Caritas sostiene ad esempio il miglioramento della sicurezza alimentare delle famiglie di piccoli agricoltori nel Mali, la soddisfazione dei bisogni fondamentali delle famiglie rifugiate ad esempio in Burkina Faso o la lotta alla povertà in Svizzera. Con soli 10 franchi al mese dona nuova speranza. 

Patin Lisbeth Keiser
«Con la mio madrinato, posso dare un piccolo contributo per compensare le tante ingiustizie di questo mondo.»Lisbeth KeiserMadrina

Rapporto sui padrinati e madrinati

In rapporti annuali riceve informazioni generali in merito ai progetti e ai temi dei padrinati e può leggere cosa riusciamo a realizzare grazie al suo sostegno. 

Kontakt

Michèle Achermann

Michèle Achermann

Amministrazione Sponsorizzazioni

+41 41 419 23 19patenschaften@caritas.ch

Immagine principale: Una ragazza nel Ciad © Fabian Biasio