Comunicati stampa 2021

Comunicati stampa di Caritas Svizzera

Download comunicati stampa 2021

Le donne sono particolarmente colpite dalle conseguenze della pandemia. Questa tendenza viene confermata anche quest’anno dalle cifre sulla povertà: le donne sono più a rischio di indigenza che gli uomini. L’Almanacco sociale 2022 di Caritas Svizzera è dedicato alla povertà delle donne e illustra nuove vie per contenere le disuguaglianze.

20.12.2021 - La crisi del coronavirus inasprisce le disuguaglianze tra i sessi

Le donne sono particolarmente colpite dalle conseguenze della pandemia. Questa tendenza viene confermata anche quest’anno dalle cifre sulla povertà: le donne sono più a rischio di indigenza che gli uomini. L’Almanacco sociale 2022 di Caritas Svizzera è dedicato alla povertà delle donne e illustra nuove vie per contenere le disuguaglianze.

Download (pdf, 135.75 KB)
Da anni il tasso di povertà continua a salire e con la crisi del coronavirus vi sono sempre più disuguaglianze. Sempre più persone che già prima vivevano poco al di sopra della soglia di povertà e il cui reddito bastava a malapena per il sostentamento si ritrovano ora in una situazione d’emergenza. Caritas Svizzera è preoccupata per gli ultimi sviluppi ed esorta i politici ad agire.

06.12.2021 - Caritas fa appello per un’azione risoluta contro la povertà in Svizzera

Da anni il tasso di povertà continua a salire e con la crisi del coronavirus vi sono sempre più disuguaglianze. Sempre più persone che già prima vivevano poco al di sopra della soglia di povertà e il cui reddito bastava a malapena per il sostentamento si ritrovano ora in una situazione d’emergenza. Caritas Svizzera è preoccupata per gli ultimi sviluppi ed esorta i politici ad agire.

Download (pdf, 131.32 KB)
Dossier conferenza stampa, 6 dicembre 2021

06.12.2021 - Caritas fa appello per un’azione risoluta contro la povertà in Svizzera

Dossier conferenza stampa, 6 dicembre 2021

Download (pdf, 494.28 KB)
Il Comitato di Caritas Svizzera ha eletto Peter Lack direttore della stessa organizzazione umanitaria. L’attuale direttore della Federazione svizzera dei samaritani vanta un’ampia esperienza nel management di organizzazioni non profit. Il suo incarico inizierà a metà aprile 2022.

01.12.2021 - Peter Lack sarà il nuovo direttore di Caritas Svizzera

Il Comitato di Caritas Svizzera ha eletto Peter Lack direttore della stessa organizzazione umanitaria. L’attuale direttore della Federazione svizzera dei samaritani vanta un’ampia esperienza nel management di organizzazioni non profit. Il suo incarico inizierà a metà aprile 2022.

Download (pdf, 141.31 KB)
Caritas Svizzera si impegna affinché la Svizzera contribuisca a una maggiore giustizia climatica attraverso una drastica riduzione delle emissioni di gas serra e allo stesso tempo aiuta i Paesi esposti al riscaldamento globale e le persone vulnerabili ad adattarsi alle conseguenze devastanti della crisi climatica. Un progetto internazionale innovativo, realizzato in collaborazione con numerosi partner, che consente agli agricoltori del Tagikistan di accedere a dati meteorologici essenziali per la loro sopravvivenza, dimostra che questa via è percorribile.

03.11.2021 - Affrontare il cambiamento climatico con innovazione e partenariato

Caritas Svizzera si impegna affinché la Svizzera contribuisca a una maggiore giustizia climatica attraverso una drastica riduzione delle emissioni di gas serra e allo stesso tempo aiuta i Paesi esposti al riscaldamento globale e le persone vulnerabili ad adattarsi alle conseguenze devastanti della crisi climatica. Un progetto internazionale innovativo, realizzato in collaborazione con numerosi partner, che consente agli agricoltori del Tagikistan di accedere a dati meteorologici essenziali per la loro sopravvivenza, dimostra che questa via è percorribile.

Download (pdf, 144.89 KB)
Dossier conferenza stampa, 3 novembre 2021

03.11.2021 - Affrontare il cambiamento climatico con innovazione e partenariato

Dossier conferenza stampa, 3 novembre 2021

Download (pdf, 1.28 MB)
L’avanzata del riscaldamento globale e l’emergenza coronavirus fanno accrescere la fame nel mondo. Un mondo che non è in grado di nutrire a sufficienza e in modo sano le persone più po- vere e vulnerabili. In vista del Vertice delle Nazioni Unite sui Sistemi Alimentari del 23 settem- bre a New York, Caritas indica in un documento di posizione come la Svizzera può contribuire a un’inversione di rotta a favore di un’alimentazione più equa, sostenibile e a prova di crisi.

20.09.2021 - Per un’alimentazione più equa e rispettosa del clima

L’avanzata del riscaldamento globale e l’emergenza coronavirus fanno accrescere la fame nel mondo. Un mondo che non è in grado di nutrire a sufficienza e in modo sano le persone più po- vere e vulnerabili. In vista del Vertice delle Nazioni Unite sui Sistemi Alimentari del 23 settem- bre a New York, Caritas indica in un documento di posizione come la Svizzera può contribuire a un’inversione di rotta a favore di un’alimentazione più equa, sostenibile e a prova di crisi.

Download (pdf, 129.28 KB)
Dopo un’estate segnata da catastrofi climatiche, si impone più che mai una politica efficace nel settore. Anche la Svizzera deve ridurre a zero le proprie emissioni di gas serra il più rapidamente possibile. Le misure necessarie possono essere strutturate in modo socialmente sostenibile, come scrive Caritas Svizzera in un nuovo documento di posizione. L’essenziale è che i nuclei familiaria basso reddito non debbano sopportare ulteriormente il peso finanziario determinato dalle misure di protezione climatica, ma abbiano al contrario la possibilità di operare nel rispetto del clima.

19.08.2021 - Una protezione socialmente sostenibile del clima è possibile

Dopo un’estate segnata da catastrofi climatiche, si impone più che mai una politica efficace nel settore. Anche la Svizzera deve ridurre a zero le proprie emissioni di gas serra il più rapidamente possibile. Le misure necessarie possono essere strutturate in modo socialmente sostenibile, come scrive Caritas Svizzera in un nuovo documento di posizione. L’essenziale è che i nuclei familiaria basso reddito non debbano sopportare ulteriormente il peso finanziario determinato dalle misure di protezione climatica, ma abbiano al contrario la possibilità di operare nel rispetto del clima.

Download (pdf, 84.01 KB)
Caritas Svizzera devolve 300'000 franchi per aiuti di emergenza alle vittime del terremoto di Haiti. Inoltre, sostiene l’organizzazione locale di Caritas a Les Cayes, Jérémie e Nippes nella distribuzione di beni di prima necessità e sta preparando un progetto per fornire un aiuto finanziario alle famiglie senza tetto.

19.08.2021 - Caritas Svizzera stanzia 300'000 franchi per Haiti

Caritas Svizzera devolve 300'000 franchi per aiuti di emergenza alle vittime del terremoto di Haiti. Inoltre, sostiene l’organizzazione locale di Caritas a Les Cayes, Jérémie e Nippes nella distribuzione di beni di prima necessità e sta preparando un progetto per fornire un aiuto finanziario alle famiglie senza tetto.

Download (pdf, 85.61 KB)
Un anno dopo la terribile tragedia che ha devastato la capitale libanese, la gente sta ancora lottando per sopravvivere. Insieme alle organizzazioni partner, Caritas Svizzera sta prestando tuttora aiuti d’emergenza in Libano, un Paese immerso in una crisi multiforme.

03.08.2021 - Caritas continua a fornire aiuti d’emergenza a un anno dall’esplosione a Beirut

Un anno dopo la terribile tragedia che ha devastato la capitale libanese, la gente sta ancora lottando per sopravvivere. Insieme alle organizzazioni partner, Caritas Svizzera sta prestando tuttora aiuti d’emergenza in Libano, un Paese immerso in una crisi multiforme.

Download (pdf, 89.66 KB)
In Svizzera, chi si trova in difficoltà finanziarie ha diritto a ricevere il sostegno per poter condurre una vita dignitosa. Questo è quanto sancito dalla Costituzione federale che vale per tutti, indipendentemente dalle origini. Il diritto all’aiuto, tuttavia, viene sempre più limitato dalla legge federale sugli stranieri e la loro integrazione. L’emergenza coronavirus ha reso ancora più evidente che queste restrizioni generano povertà. Per evitare il crearsi di situazioni precarie, Caritas chiede di abolire il legame giuridico tra statuto di dimora e garanzia della sussistenza.

01.07.2021 - Documento di posizione di Caritas: la sicurezza sociale non dovrebbe dipendere dalla nazionalità

In Svizzera, chi si trova in difficoltà finanziarie ha diritto a ricevere il sostegno per poter condurre una vita dignitosa. Questo è quanto sancito dalla Costituzione federale che vale per tutti, indipendentemente dalle origini. Il diritto all’aiuto, tuttavia, viene sempre più limitato dalla legge federale sugli stranieri e la loro integrazione. L’emergenza coronavirus ha reso ancora più evidente che queste restrizioni generano povertà. Per evitare il crearsi di situazioni precarie, Caritas chiede di abolire il legame giuridico tra statuto di dimora e garanzia della sussistenza.

Download (pdf, 89.6 KB)
Il climatologo svizzero Thomas Stocker ha ricevuto a Lucerna il Prix Caritas 2021. Il vincitore del premio si occupa di clima da 30 anni e ha avuto un ruolo di primo piano nella redazione di relazioni ONU del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico nei quali si fa riferimento per la prima volta al nesso tra l’emergenza climatica globale e la povertà nel Sud del mondo. Il Prix Caritas, conferitogli per il suo impegno sociopolitico, gli è stato consegnato da Hans Stöckli, membro del Consiglio degli Stati.

16.06.2021 - Thomas Stocker vince il Prix Caritas

Il climatologo svizzero Thomas Stocker ha ricevuto a Lucerna il Prix Caritas 2021. Il vincitore del premio si occupa di clima da 30 anni e ha avuto un ruolo di primo piano nella redazione di relazioni ONU del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico nei quali si fa riferimento per la prima volta al nesso tra l’emergenza climatica globale e la povertà nel Sud del mondo. Il Prix Caritas, conferitogli per il suo impegno sociopolitico, gli è stato consegnato da Hans Stöckli, membro del Consiglio degli Stati.

Download (pdf, 147.05 KB)
Cinque Cantoni tengono una lista nera con persone che non pagano i premi e che ricevono pertanto soltanto cure in caso di emergenza. Queste liste non hanno l’effetto auspicato e hanno conseguenze fatali per i soggetti interessati. Lunedì prossimo il Consiglio degli Stati decide se abolire le liste nere e consentire così di nuovo a tutti l’accesso alle prestazioni medico-sanitarie.

04.06.2021 - Urge una revisione della legge sull’assicurazione malattie: Il Consiglio degli Stati deve abolire le liste nere disumane

Cinque Cantoni tengono una lista nera con persone che non pagano i premi e che ricevono pertanto soltanto cure in caso di emergenza. Queste liste non hanno l’effetto auspicato e hanno conseguenze fatali per i soggetti interessati. Lunedì prossimo il Consiglio degli Stati decide se abolire le liste nere e consentire così di nuovo a tutti l’accesso alle prestazioni medico-sanitarie.

Download (pdf, 165.26 KB)
Caritas Svizzera ha un nuovo presidente. L’Assemblea dei delegati ha nominato il teologo ed economista Claudius Luterbacher successore di Mariangela Wallimann-Bornatico, che ha presieduto l’organizzazione umanitaria dal 2012. Il collegio presidenziale è stato completato con la nomina di Gülcan Akkaya e Monika Maire-Hefti, due valide rappresentanti del mondo politico e scientifico.

21.05.2021 - Claudius Luterbacher è il nuovo presidente di Caritas Svizzera

Caritas Svizzera ha un nuovo presidente. L’Assemblea dei delegati ha nominato il teologo ed economista Claudius Luterbacher successore di Mariangela Wallimann-Bornatico, che ha presieduto l’organizzazione umanitaria dal 2012. Il collegio presidenziale è stato completato con la nomina di Gülcan Akkaya e Monika Maire-Hefti, due valide rappresentanti del mondo politico e scientifico.

Download (pdf, 135.48 KB)
Temperature estreme, siccità e inondazioni – il 2020 è stato uno dei tre anni più caldi mai registrati. Mentre il riscaldamento ambientale è una minaccia per tutti noi, nel Sud del mondo gli effetti del cambiamento climatico sono già una realtà. Con il suo elevato tasso di emissioni di gas serra, la Svizzera ha una grande responsabilità nel limitare il cambiamento climatico globale e nel gestire gli effetti negativi. Per garantire una giustizia climatica nei confronti dei Paesi più poveri, la Svizzera deve ridurre drasticamente le proprie emissioni di CO 2 e sostenere maggiormente i Paesi più indigenti in termini di protezione del clima.

03.05.2021 - La politica climatica della Svizzera non può limitarsi ai confini nazionali, ma deve garantire una giustizia climatica alle popolazioni più povere

Temperature estreme, siccità e inondazioni – il 2020 è stato uno dei tre anni più caldi mai registrati. Mentre il riscaldamento ambientale è una minaccia per tutti noi, nel Sud del mondo gli effetti del cambiamento climatico sono già una realtà. Con il suo elevato tasso di emissioni di gas serra, la Svizzera ha una grande responsabilità nel limitare il cambiamento climatico globale e nel gestire gli effetti negativi. Per garantire una giustizia climatica nei confronti dei Paesi più poveri, la Svizzera deve ridurre drasticamente le proprie emissioni di CO 2 e sostenere maggiormente i Paesi più indigenti in termini di protezione del clima.

Download (pdf, 135.61 KB)
Dossier conferenza stampa, 3 mai 2021

03.05.2021: Justice climatique pour les plus pauvres : la grande responsabilité climatique de la Suisse

Dossier conferenza stampa, 3 mai 2021

Download (pdf, 747.43 KB)
Per ragioni legate alla politica di sviluppo, Caritas Svizzera ha deciso di promuovere il Sì per la votazione relativa alla legge sul CO2. Il cambiamento climatico costituisce una minaccia per l’esistenza di molte persone nei Paesi più poveri. Con un elevato tasso di emissioni di gas serra la Svizzera ha una grande responsabilità nel riscaldamento globale.

20.04.2021 - Caritas raccomanda un Sì alla revisione della legge sul CO2

Per ragioni legate alla politica di sviluppo, Caritas Svizzera ha deciso di promuovere il Sì per la votazione relativa alla legge sul CO2. Il cambiamento climatico costituisce una minaccia per l’esistenza di molte persone nei Paesi più poveri. Con un elevato tasso di emissioni di gas serra la Svizzera ha una grande responsabilità nel riscaldamento globale.

Download (pdf, 120.99 KB)
Negli ultimi 20 anni i premi delle casse malati sono raddoppiati, contrariamente ai salari e alle riduzioni dei premi che non hanno tenuto il passo con questa evoluzione. Per le famiglie a basso reddito l’onere non è più sostenibile.Allo stesso tempo, i Cantoni utilizzano le riduzioni dei premi sempre meno come mezzo di prevenzione della povertà, ma piuttostocome strumento per alleggerire i propri bilanci.Per Caritas Svizzera urge un potenziamento dei sussidi che si orienti maggiormente alle esigenze delle persone a rischio di povertà.

25.03.2021: La riduzione dei premi non bastapiù per combattere la povertà e deve es-sere aumentata

Negli ultimi 20 anni i premi delle casse malati sono raddoppiati, contrariamente ai salari e alle riduzioni dei premi che non hanno tenuto il passo con questa evoluzione. Per le famiglie a basso reddito l’onere non è più sostenibile.Allo stesso tempo, i Cantoni utilizzano le riduzioni dei premi sempre meno come mezzo di prevenzione della povertà, ma piuttostocome strumento per alleggerire i propri bilanci.Per Caritas Svizzera urge un potenziamento dei sussidi che si orienti maggiormente alle esigenze delle persone a rischio di povertà.

Download (pdf, 153.06 KB)
Dopo dieci anni di guerra, in Siria e nei Paesi limitrofi l’aiuto umanitario è ancora di vitale importanza per sopravvivere. Dall’inizio della crisi, Caritas Svizzera ha realizzato programmi di aiuto per 76 milioni di franchi e continua a impegnarsi per sostenere gli sfollati di guerra e le persone colpite dalla povertà. Assistiamo giorno dopo giorno alla grande emergenza e siamo consapevoli della necessità di agire con urgenza. Per questo motivo chiediamo alla Svizzera di aumentare l’impegno nella regione di guerra e di riconoscere lo status di rifugiato agli 8'500 siriani ammessi provvisoriamente.

10.03.2021 - Dieci anni di guerra in Siria: un dramma senza fine

Dopo dieci anni di guerra, in Siria e nei Paesi limitrofi l’aiuto umanitario è ancora di vitale importanza per sopravvivere. Dall’inizio della crisi, Caritas Svizzera ha realizzato programmi di aiuto per 76 milioni di franchi e continua a impegnarsi per sostenere gli sfollati di guerra e le persone colpite dalla povertà. Assistiamo giorno dopo giorno alla grande emergenza e siamo consapevoli della necessità di agire con urgenza. Per questo motivo chiediamo alla Svizzera di aumentare l’impegno nella regione di guerra e di riconoscere lo status di rifugiato agli 8'500 siriani ammessi provvisoriamente.

Download (pdf, 135.62 KB)
Le conseguenze sociali della pandemia sono ben lungi dall’essere superate. La situazione è sempre più grave. Il numero delle persone in difficoltà che si rivolgono ai consultori sociali di Caritas resta costantemente elevato. Tra le persone colpite prevale una crescente mancanza di prospettive. Allo stesso tempo, il tasso di disoccupazione sta raggiungendo i massimi storici. Caritas chiede con urgenza di prorogare le misure di sostegno ai soggetti socialmente fragili fino alla fine della crisi, così da garantire loro i mezzi di sussistenza.

23.02.2021 - Povertà a causa della crisi del coronavirus: il peggio deve ancora arrivare

Le conseguenze sociali della pandemia sono ben lungi dall’essere superate. La situazione è sempre più grave. Il numero delle persone in difficoltà che si rivolgono ai consultori sociali di Caritas resta costantemente elevato. Tra le persone colpite prevale una crescente mancanza di prospettive. Allo stesso tempo, il tasso di disoccupazione sta raggiungendo i massimi storici. Caritas chiede con urgenza di prorogare le misure di sostegno ai soggetti socialmente fragili fino alla fine della crisi, così da garantire loro i mezzi di sussistenza.

Download (pdf, 121.96 KB)
Per Peter Marbet, che ha assunto la direzione di Caritas Svizzera a inizio gennaio, è prioritario continuare ad aiutare le persone povere, soprattutto perché sono le più colpite dalle conseguenze economiche della crisi da coronavirus. I soggetti indigenti dovrebbero ricevere il sostegno necessario e l’ascolto dell’opinione pubblica e del mondo politico in questo difficile momento.

28.01.2012 - Peter Marbet è il nuovo direttore di Caritas Svizzera

Per Peter Marbet, che ha assunto la direzione di Caritas Svizzera a inizio gennaio, è prioritario continuare ad aiutare le persone povere, soprattutto perché sono le più colpite dalle conseguenze economiche della crisi da coronavirus. I soggetti indigenti dovrebbero ricevere il sostegno necessario e l’ascolto dell’opinione pubblica e del mondo politico in questo difficile momento.

Download (pdf, 117.71 KB)

Ulteriori informazioni

Immagine principale: Scatto di Bamako, Mali © Carole Schaber