«Adattiamo i nostri metodi di coltivazione ai cambiamenti climatici.»
Modeste Traoré, 57 anni, Mali
Modeste Traoré, Mali: «Das Klima verändert sich, aber wir passen unsere Anbaumethoden an.»
 

«Ho sempre paura di non avere abbastanza cibo per sfamare la mia famiglia numerosa. Con la nostra nuova attività di orticoltura non realizziamo un grande guadagno, ma abbiamo cibo a sufficienza.» Modeste Traoré, 57 anni, traccia un bilancio della sua riconversione all’agricoltura, avvenuta tre anni fa grazie al sostegno di Caritas Svizzera. Nel 2018 il verdetto era chiaro: quasi tutte le famiglie che vivevano sulle sponde del lago Wegnia, situato a 130 chilometri a nord di Bamako, nel Mali, non riuscivano più a soddisfare il proprio fabbisogno alimentare annuale.
 

Villaggi che dipendono dal lago

3000 famiglie (27 000 persone) come quella di Modeste lavorano con determinazione in 43 villaggi per migliorare la produzione agricola e allo stesso tempo proteggere le rive del lago Wegnia dall’erosione e rallentarne il riempimento. Nel 2020, nell’ambito di un progetto di Caritas, sono stati trasmessi un’ottantina di programmi radiofonici allo scopo di spiegare in modo semplice i vantaggi delle nuove tecniche di coltivazione e sensibilizzare gli agricoltori locali.

Nella famiglia di Modeste Traoré la pesca è una tradizione che si tramanda di padre in figlio. Ma lui ha dovuto riconvertirsi all’agricoltura perché nel lago del suo luogo di origine non c’erano più pesci. L’ex pescatore è intraprendente, aperto alle novità e si adopera per mantenere la famiglia numerosa e permettere ai figli di andare a scuola. Grazie a metodi innovativi, Modeste Traoré dimostra che è possibile produrre una quantità maggiore di verdura, frutta e cereali malgrado il contesto molto difficile.

 
 

Informazioni meteorologiche preziose

Le precipitazioni sono in costante diminuzione e sempre più imprevedibili. Gli abitanti dei villaggi osservano un aumento della frequenza di eventi estremi: piogge intense, ondate di calore, tempeste di sabbia. Temporali violenti trascinano alberi sradicati e terra nel lago, che può riempirsi di acqua in una sola notte e prosciugarsi altrettanto rapidamente. «Anche se a volte piove molto, questo non mi dà speranza. Quando arriverà la prossima pioggia?», si chiede Modeste Traoré. Di fronte a questa incertezza, le informazioni meteorologiche diventano fondamentali perché permettono di seminare nel momento giusto. Caritas Svizzera ha inoltre concluso un accordo quadro con l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) per consentire ai beneficiari del progetto a Wegnia e di altri progetti di accedere a informazioni meteorologiche e climatiche rilevanti.

Soprattutto a causa della siccità è essenziale disporre di sementi adattate, seminarle al momento giusto e distribuirle correttamente. Alcuni agricoltori hanno così ricevuto a titolo sperimentale cinque varietà di sementi migliorate (mais, sorgo, miglio, arachidi, fagioli) e input agricoli biologici (fertilizzanti, stimolanti, pesticidi), la cui applicazione pratica sarà estesa in un secondo tempo. Modeste Traoré è felice di aver imparato a seminare meglio i pomodori e i peperoni: «Tendevamo a concentrare le sementi in un unico posto. Se invece vengono distribuite in modo corretto, la resa aumenta nettamente», spiega entusiasta.

 

La collaborazione con Caritas permette di migliorare la nostra condizione esistenziale.

 

Tecniche semplici, effetti positivi

Alcuni metodi di coltivazione semplici, subito adottati dagli abitanti sulle sponde del lago, stanno già mostrando effetti positivi. La tecnica zai, ad esempio, permette di concentrare l’acqua e il concime in piccole fosse. I cordoni di pietra lunghi circa cinque chilometri, distesi su 53 ettari, rallentano l’erosione. I gabbioni (muri in pietra rivestiti con una rete metallica) costruiti in un burrone rallentano lo scorrimento dell’acqua, favorendone l’infiltrazione e la sedimentazione a monte del lago. L’utilizzo di concime organico e compostaggio è sempre più diffuso.

Modeste Traoré ha compreso i vantaggi del rimboschimento dei suoi appezzamenti per migliorare la ritenzione idrica del suolo. Si prende cura e protegge gli alberi giovani che sono più idonei per le sue coltivazioni (rigenerazione naturale assistita). Questo metodo risulta più efficace che ripiantare alberi non in grado di prosperare nelle condizioni locali. Oltre a manghi e banani, ha piantato anche alcuni alberi di arance e di mele di acagiù.

 
Mali: Modeste Traoré
Per sopravvivere, migliaia di famiglie dipendono in larga misura dal lago Wegnia. (c) Fabian Biasio
Mali: Modeste Traoré
Modeste Traoré ha quasi completamente abbandonato la pesca per dedicarsi all’agricoltura. (c) John Kalapo
Mali: Modeste Traoré
Grazie a metodi innovativi, Modeste Traoré dimostra che è possibile produrre una quantità maggiore di verdura, frutta e cereali malgrado le condizioni molto difficili. (c)...
Mali: Modeste Traoré
Le donne di Wegnia hanno formato una cooperativa e sono state istruite all’utilizzo di fertilizzanti biologici per le loro colture orticole. (c) John Kalapo
Mali: Modeste Traoré
L’accesso a sementi resistenti alla siccità è fondamentale. (c) John Kalapo
Mali: Modeste Traoré
L’accesso al credito permette ai produttori di decidere dei propri investimenti. (c) John Kalapo
Mali: Modeste Traoré
I cordoni in pietra sono un metodo semplice ed efficace per ridurre l’erosione delle rive del lago. (c) John Kalapo
Mali: Modeste Traoré
La popolazione di Wegnia e di altri 42 villaggi viene sensibilizzata regolarmente sull’importanza di preservare le sponde del lago. (c) John Kalapo
Mali: Modeste Traoré
In tre anni, Modeste Traoré è riuscito a compiere un importante processo di transizione verso un’agricoltura adattata agli effetti del cambiamento climatico. (c) John Kalapo
1 / 9
Per sopravvivere, migliaia di famiglie dipendono in larga misura dal lago Wegnia. (c) Fabian Biasio
Modeste Traoré ha quasi completamente abbandonato la pesca per dedicarsi all’agricoltura. (c) John Kalapo
Grazie a metodi innovativi, Modeste Traoré dimostra che è possibile produrre una quantità maggiore di verdura, frutta e cereali malgrado le condizioni molto difficili. (c) John Kalapo
Le donne di Wegnia hanno formato una cooperativa e sono state istruite all’utilizzo di fertilizzanti biologici per le loro colture orticole. (c) John Kalapo
L’accesso a sementi resistenti alla siccità è fondamentale. (c) John Kalapo
L’accesso al credito permette ai produttori di decidere dei propri investimenti. (c) John Kalapo
 I cordoni in pietra sono un metodo semplice ed efficace per ridurre l’erosione delle rive del lago. (c) John Kalapo
La popolazione di Wegnia e di altri 42 villaggi viene sensibilizzata regolarmente sull’importanza di preservare le sponde del lago. (c) John Kalapo
In tre anni, Modeste Traoré è riuscito a compiere un importante processo di transizione verso un’agricoltura adattata agli effetti del cambiamento climatico. (c) John Kalapo
 

Pomodori di successo

Decine di agricoltrici organizzate in cooperative lavorano in due appezzamenti di due ettari ciascuno creati per la coltivazione di prodotti orticoli. Nel 2020 hanno riscosso un grande successo con i loro pomodori lavorati ancora freschi. La semplice costruzione di una tettoia ha permesso di mettere i pomodori al riparo e di venderli direttamente sul campo. Mettendosi in contatto con i potenziali acquirenti sono riuscite a negoziare prezzi equi: la produzione di pomodori ha superato le 14 tonnellate e la vendita ha generato ricavi per 4,7 milioni di franchi CFA (circa 8000 franchi svizzeri). Dopo la produzione, infatti, è essenziale avere un buon accesso al mercato per valorizzare il lavoro investito.

Modeste Traoré ha realizzato che una buona pianificazione della vendita dei prodotti produce dei vantaggi: «Sarò ancora più soddisfatto se riuscirò a convincere i commercianti a rifornirsi regolarmente da me.» È molto fiero dei risultati ottenuti con il suo lavoro in questi tre anni. Vorrebbe ancora poter pescare sul lago Wegnia, ma per il momento il futuro della sua famiglia è nei campi.

 

Caritas collabora con la popolazione locale e mette a punto soluzioni innovative e metodi semplici per concentrare l’acqua e migliorare la fertilità dei campi.

 

Qualche informazione su Modeste Traoré (57)

 

Stato civile
Vedovo, in seguito risposato. Ha 14 figli da mantenere, la metà dei quali sono della famiglia allargata. Condivide il cortile di casa con le famiglie di due dei suoi fratelli.

Contesto
In pochi anni, centinaia di famiglie di agricoltori hanno cambiato i metodi di coltivazione sulle rive del lago Wegnia nel Mali per sopravvivere agli effetti del cambiamento climatico. Le sponde del lago devono essere protette dall’erosione e dal conseguente riempimento. Le piogge sono imprevedibili, le ondate di calore estremo e i venti tempestosi sono sempre più frequenti. La sfida è produrre di più e meglio nonostante le condizioni sempre più difficili.
Encadré

 

Situazione attuale
Nella famiglia di Modeste Traoré la pesca è una tradizione che si tramanda di padre in figlio. Ma lui ha dovuto riconvertirsi all’agricoltura perché nel lago del suo luogo di origine non c’erano più pesci. L’ex pescatore è intraprendente, aperto alle novità e si adopera per mantenere la sua famiglia numerosa e permettere ai figli di andare a scuola.

Luogo di residenza
Villaggio di Wegnia, comune di Guihoyo, circondario di Kolokani, regione di Koulikoro, Mali. Modeste è nato e ha sempre vissuto a Wegnia, come suo padre.

 

La nostra azione contro i cambiamenti climatici

 

Caritas aiuta le popolazioni locali ad adeguarsi ai cambiamenti climatici e a proteggersi meglio dalle catastrofi naturali:

Paesi d’intervento: Bolivia, Bosnia-Erzegovina, Cambogia, Etiopia, Haiti, Mali, Uganda, Tagikistan, Ciad

  • Rendiamo attenti i piccoli agricoltori sull’importanza di preservare le risorse naturali ed elaboriamo con loro nuove tecniche di coltivazione adattate ai mutamenti climatici.
  • Installiamo infrastrutture che migliorano l’accesso all’acqua e la protezione contro le catastrofi naturali. Mettiamo a punto anche sistemi di allerta e istruiamo le squadre di intervento in caso di catastrofe.
  • Incoraggiamo gli abitanti dei villaggi a riforestare i loro appezzamenti per contrastare l’erosione del suolo.
  • Abbiamo predisposto un sistema di previsioni meteorologiche a Wegnia, facilitiamo l’accesso alle sementi adattate, ai fertilizzanti e ai pesticidi biologici come pure al credito.
  • Sosteniamo il rafforzamento delle capacità degli attori di supporto locali (autorità statali, commercianti agroalimentari, fornitori di servizi meteorologici) al fine di garantire una gestione sostenibile delle risorse naturali e migliorare le condizioni di vita delle comunità.
 
 
 

La vostra donazione

Con 50 franchi consentite corsi di formazione sulle tecniche di coltivazione sostenibili.

Con 100 franchi sostenete la costituzione di cooperative agricole femminili.

Con 150 franchi fornite sementi resistenti e piantine di alberi agli agricoltori.

Con 250 franchi permettete la realizzazione di strutture di protezione sulle rive per ridurre la sedimentazione nel lago.

Grazie per la vostra donazione.

 
 

Questo progetto è sostenuto da :

 

I Ritratti