Terremoto e tsunami Indonesia

Caritas inizia la ricostruzione a Sulawesi

Dieci mesi dopo la grande catastrofe abbattutasi sulla regione di Palu, in Indonesia, Caritas Svizzera avvia una nuova fase del suo aiuto alla popolazione colpita e ripristina in cinque villaggi la rete idrica per 1100 economie domestiche. 525 famiglie possono inoltre guadagnare un reddito aggiuntivo grazie ai lavori di sgombero.

 

Il 28 settembre 2018, l’isola di Sulawesi è stata colpita da una triplice catastrofe naturale: un terremoto di magnitudo 7,5 della scala Richter ha causato grande devastazione e allo stesso tempo ha scatenato uno tsunami che ha colpito la costa con onde alte undici metri. Successivamente, non lontano dalla città di Palu, il terreno si è liquefatto, formando una valanga di fango che ha sepolto tutto ciò che si trovava sotto di essa. Più di 4000 persone sono morte, 170 000 sono rimaste senza tetto. 

Subito dopo la catastrofe, Caritas Svizzera ha avviato i soccorsi d’emergenza. In dieci villaggi dei distretti di Donggala e Sigi, 2000 famiglie hanno ricevuto coperte, asciugamani, sapone, filtri per l’acqua e altri beni di prima necessità. Nel villaggio di Sibalaya Utara, Caritas Svizzera ha installato serbatoi di acqua per il centro sanitario, le scuole e i quartieri colpiti dalla distruzione del sistema idrico. I bambini di dieci tendopoli hanno potuto visitare le attività ricreative negli spazi appositamente attrezzati e riprendersi dagli orrori della catastrofe. Più di 900 famiglie indigenti hanno potuto partecipare alle attività di sgombero e guadagnarsi da vivere. Oltre 150 famiglie particolarmente bisognose che non hanno potuto partecipare al programma di lavoro a causa di malattie o disabilità fisiche hanno ricevuto aiuti finanziari. 

Approvvigionamento idrico per 1100 famiglie

A dieci mesi dal disastro, la popolazione colpita ha tuttora bisogno di molto sostegno. Caritas Svizzera continua a collaborare con i partner locali Yayasan IBU e Yayasan Pusaka per la ricostruzione. Nei prossimi mesi saranno rinnovati e ricostruiti le reti idriche e gli impianti igienico-sanitari di cinque villaggi. In questo modo più di 1100 famiglie avranno accesso all'acqua potabile pulita e ai servizi igienici. Caritas e i suoi partner offrono inoltre corsi di formazione in materia di igiene e smaltimento dei rifiuti. 525 famiglie di piccoli contadini vengono sostenute nel ripristino dei loro mezzi di sussistenza. Nell'ambito di un cosiddetto programma cash for work, ricevono un compenso finanziario per la pulizia dei campi e il ripristino dei sistemi di irrigazione. In più, le famiglie di piccoli contadini ricevono sussidi finanziari per l'acquisto di sementi e macchinari. Caritas Svizzera lavora con i suoi partner in nove comuni per migliorare la prevenzione alle catastrofi. 

Con il progetto di ricostruzione avviato, l'aiuto di Caritas Svizzera, sostenuta anche dalla Catena della solidarietà, ammonta ad oggi a 2,2 milioni di franchi.

 
[Übersetzen auf Italian] Ersatzinhalt-Startseite-Standard-DE
 
 

Caritas Svizzera
Adligenswilerstrasse 15
Casella postale
CH-6002 Lucerna

 

PC 60-7000-4
IBAN CH69 0900 0000 6000 7000 4
Le donazioni possono essere detratte dalle tasse.