La Confederazione chiude l’esercizio 2019 con un avanzo pari a 3,1 miliardi di franchi

Aumentare gli investimenti nella cooperazione internazionale 2021-2024

Per l’ennesima volta la Confederazione chiude l'esercizio con un’eccedenza miliardaria. È quindi giunta l’ora di investire di più nella cooperazione internazionale. Tra il 2021 e il 2024 Caritas prevede un netto aumento dei mezzi per gli aiuti umanitari e la cooperazione allo sviluppo.

 

Oggi il Consiglio federale ha presentato il bilancio per il 2019. Dopo aver realizzato delle eccedenze pari a oltre 2,5 miliardi di franchi già negli ultimi due anni, nel 2019 risulta nuovamente un’elevata eccedenza di 3,1 miliardi di franchi, a fronte degli 1,2 miliardi di franchi preventivati.

Queste eccedenze miliardarie sono da ricondurre anche ai risparmi a spese delle persone più povere nel mondo. A causa della riduzione del budget decisa dal Parlamento e dal Consiglio federale, dal 2017 al 2020 la cooperazione internazionale (CI) ha così avuto a disposizione circa mezzo miliardo di franchi in meno.

I mezzi per la cooperazione internazionale devono essere decisamente aumentati

Come emerge dal rapporto finale sull’attuazione della cooperazione internazionale 2017-2020 approvato oggi dal Consiglio federale, gli effetti della CI sono notevoli. Nel complesso aiuta a salvare vite, contribuisce a ridurre la povertà, permette di creare prospettive economiche e promuove la pace.

A breve, il Consiglio federale presenterà al Parlamento la strategia di cooperazione internazionale per il 2021-2024. Caritas Svizzera si aspetta che le eccedenze vengano impiegate per potenziare la futura cooperazione allo sviluppo.

 
[Übersetzen auf Italian] Ersatzinhalt-Startseite-Standard-DE
 
 

Caritas Svizzera
Adligenswilerstrasse 15
Casella postale
CH-6002 Lucerna

 

PC 60-7000-4
IBAN CH69 0900 0000 6000 7000 4
Le donazioni possono essere detratte dalle tasse.